Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Menu
Sei in: Home / Attività

Quali sono i servizi che offre, i progetti che coordina e le iniziative che promuove il Polo museale?

Progetti

Servizi

SERVIZI EDUCATIVI

I Servizi Educativi del Polo Museale dell’Abruzzo, hanno nel mondo della scuola il loro principale interlocutore, nel profondo convincimento che il Museo sia un luogo di crescita culturale, di scoperta, di educazione e diletto.

Il nostro scopo non è certo quello di trasformare i giovani visitatori in futuri artisti, critici d’arte o archeologi: molto più semplicemente cerchiamo di suscitare nei ragazzi un interesse che li riporti da adulti nelle sale dei musei senza “soggezione o fastidio”.

Vogliamo che giovani e giovanissimi acquistino consapevolezza del bene culturale inteso come patrimonio di tutti e depositario della memoria storica di un popolo, ne siano orgogliosi testimoni e lo rispettino, consci dell’importanza della tutela, al fine di tramandarlo alle future generazioni.

 

Per info e contatti
Referente: Graziella Mucciante
tel: +39 0862 28420
graziella.mucciante@beniculturali.it

 

Nei musei del Polo Museale d’Abruzzo sono presenti Associazioni culturali che offrono attività educative e didattiche:

 

Museo Nazionale d’Abruzzo – L’Aquila

 

Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo “Villa Frigerj” – Chieti

 

Museo Archeologico Nazionale “La Civitella” – Chieti

 

Museo Casa Natale Gabriele D’Annunzio – Pescara
Abbazia di San Clemente a Casauria – Pescara

 

Museo Castello Piccolomini – Celano

  • Cooperativa Limes
  • Info e prenotazioni: +39 3397431107; coop.limes@libero.it
  • Offerta formativa 2017-2018 (scarica pdf)

 

Fundraising

ART BONUS

Nato nel 2014 per sostenere il mecenatismo a favore del patrimonio culturale, l’art bonus è un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo. Grazie all’art bonus, chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura gode di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta.

Cosa prevede

Credito d’imposta del 65% per le donazioni a favore di:

  1. Interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
  2. Musei, siti archeologici, archivi e biblioteche pubblici;
  3. Teatri pubblici e Fondazioni lirico sinfoniche.

Tale credito è ripartito in tre quote annuali di pari importo (per le imprese è utilizzabile in compensazione), e viene riconosciuto:

  • alle persone fisiche e agli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile;
  • ai soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui.

Approfondimenti

 

 

 

Torna sopra